Scrivo in verticale, in orizzontale, in diagonale e, a volte, anche a zig zag.

  • Il mostro

    Il mostro

    C’è un mostro nel mio cuore che mi osserva da dietro al velo opaco e stropicciato delle mie illusioni, mi osserva aspettando che mi addormenti per potersi aggirare indisturbato fra i miei ricordi, per potermi pizzicare i sogni. A volte mi fa davvero male! Per non sentirlo, spesso indosso le cuffie e ascolto musica quando […]

    Leggimi

  • È qualcosa di antico

    È qualcosa di antico

    Quegli occhi non hanno confini e celano il senso dell’esistenza dentro ai loro abissi; essi, con i loro riflessi, afferrano il suono della corteccia che graffia la pelle sottile del vento d’autunno. Quegli occhi divorano il cuore di chi non sa sostenerli, quegli occhi esplorano curiosi la vita ma sono rocce che nessuna tempesta può […]

    Leggimi

  • Stanotte

    Stanotte

    Ci sono note che echeggiano nell’incanto, partorite da certe stonature azzardate dal cuore. Quelle note si legano alla mia anima come una barca ormeggiata ad un porto silenzioso e abbandonato; esse si agitano sulle minuscole onde con cui il vento scrosta via le parole per tentare di fissarle alla memoria. Ho camminato sulla battigia, il […]

    Leggimi

  • Sporcati

    Sporcati

    Domani mattina potrei non esserci più! È inutile che faccio finta di essere immortale, di snobbare la fine e di dare al tempo l’illusione che sarò ancora lì con lui per camminare sui sassolini colorati del presente. Domani potrei essere parte del passato, un nuovo ricordo registrato sulla trama che sussulta in ogni direzione a […]

    Leggimi

  • Atrofizzato

    Atrofizzato

    Ci sono periodi, più o meno lunghi, che hanno tutto l’aspetto di un treno deragliato in mezzo a un bosco, a una radura o a un deserto. Tu sei il treno e stai fermo lì aspettando che qualcuno intervenga rimettendoti sui binari della tua vita strampalata. In quei periodi, le mani sembrano bloccate e i […]

    Leggimi

  • Rinuncio

    Rinuncio

    Ogni anno che passa, e sono già tanti da quando sono nato, ho la tendenza a lasciare andare via sempre più cose, sempre più spesso. L’altro giorno, alcuni di voi lo ricorderanno, riflettevo scherzosamente sul minimalismo e sull’ordine delle cose ma si fa sempre più prepotente la presenza della rinuncia, dell’abbandono, del cambio di rotta. […]

    Leggimi

  • Alzo la gamba

    Alzo la gamba

    Alzo la gamba e poggio il piede sul primo gradino; reggerà il mio peso? Ho un bagaglio solo e lo porto sulle spalle, ho già pagato il biglietto, ho lasciato cadere le briciole di alcuni sogni infranti, ho salutato tutti e non vedo l’ora di partire. Entro nel vagone del treno che mi porterà a […]

    Leggimi

  • Pulizie autunnali

    Pulizie autunnali

    Poco fa, ascoltando musica con le mie cuffie sgangherate, ho osservato la mia stanza ufficio-passioni e ho notato che è piena di tante cose, di oggetti che, chi più chi meno, hanno una specie di storia da raccontare. Certe cose le avrò usate o toccate solo una volta, altre invece le uso ancora giornalmente. Ci […]

    Leggimi

  • Vorrei dire che…

    Vorrei dire che…

    Stasera è una di quelle sere in cui sento il bisogno di immergermi nel mare caldo della mia malinconia. Stasera ho bisogno di scrivere qualcosa che non ha una trama precisa; voglio lasciare alle parole la capacità di fluire libere. Vorrei dire che amo la delicatezza ma amo pure quella rabbia che nasce dal desiderio […]

    Leggimi

  • Non cambiare

    Non cambiare

    È il taglio dei miei capelli o la forma del mio viso? Sono forse quei tatuaggi che ho inciso sulla mia pelle o è questa maglietta stupida che non possiede nessuno al mondo, vero? Forse sono le esclamazioni antiquate, cadute ormai in disuso, che adoro sputare in faccia quando sono accigliato, è così? Magari sarà […]

    Leggimi

  • Amo l’oscurità

    Amo l’oscurità

    Nell’oscurità non sento parole ma scorgo il vento danzare fra le chiome degli alberi, mi aggrappo ad un mucchietto di stelle scivolate su dal rigurgito del sole al tramonto, passeggio lentamente sui frammenti di un giorno caotico; ad ogni respiro spolvero le briciole di una paura inutile quanto illusoria. Le tenebre comprimono la luce e […]

    Leggimi

  • Faceless

    Faceless

    Questo pianeta è pieno di persone alle quali è stato strappato via il volto da parole implacabili, da qualche ingiustizia sociale o da degli amori cannibali. Anime svuotate della propria essenza, private dei propri sogni, lasciate in balia di speranze in acque agitate e senza fondo. Sono esseri umani che indossano maschere per coprire il […]

    Leggimi

  • Sapremo prenderci cura l’uno dell’altro?

    Sapremo prenderci cura l’uno dell’altro?

    Affondai la mano nella terra; era umida e piena di vita. Qualche piccolo verme cercava di scappare; avevo disturbato la loro quiete e la cosa mi dispiacque molto. “Adesso tirami su”, disse quel piccolo fiore dai petali bianchi continuando a guardarmi negli occhi, “non avere paura!”. Ero titubante perché temevo di fargli del male. “Perché? […]

    Leggimi

  • Vorrei

    Vorrei

    Vorrei baciarti, vorrei che la nostra pelle si incollasse, vorrei che i nostri brividi si sfiorassero, vorrei che le nostre anime scivolassero l’una nelle profondità dell’altra e che si ubriacassero col vino dei nostri istinti, vorrei fossimo un solo pensiero e un solo sguardo, vorrei fossimo il noumeno di qualcosa che ci pone oltre i […]

    Leggimi

  • Papà, perché?

    Papà, perché?

    Lo so, sto scrivendo tanto, forse troppo. Vado a fondo nella mia malinconia come qualsiasi essere umano tenti di dimenticare qualcosa annegando il cervello ed il cuore nel vino. Ho un’infinità di cose da dire, le tengo dentro di me da una vita e ora le ho liberate dalle catene che mi ero imposto solo […]

    Leggimi

  • 26947

    26947

    Ogni anno, per il giorno della memoria, mi passano d’avanti agli occhi questi tre scatti, uniti in una singola immagine, e ogni anno penso sempre la stessa cosa: “è una bambina bellissima” e lo dico proprio così, col tempo presente, quasi come se lei l’avessi di fronte realmente in quel momento. Il suo sguardo: due […]

    Leggimi

  • La mia parte femminile

    La mia parte femminile

    Gli uomini, spesso, hanno difficoltà ad ammettere di averla. La parte femminile è quasi un tabù, una vergogna, un’ammissione di debolezza, un difetto, uno scontro frontale con i pregiudizi. Molti uomini temono di perdere la tanto amata virilità ed il loro potere nella società. Più è forte quell’aspetto e più essi si atteggiano a maschi […]

    Leggimi

  • Un sogno che non dimenticherò mai

    Un sogno che non dimenticherò mai

    Poco meno di tre anni fa feci un sogno. Fu uno di quelli belli, talmente vividi e profondi da farmi desiderare di riprenderlo ogni notte da dove l’avevo lasciato. Credo di poterlo considerare un sogno indelebile; per certi versi il suo significato è diventato quasi un obiettivo o, comunque, una speranza che si avveri. Dicono, […]

    Leggimi

  • Recensione sulla mia indecisione su cosa scrivere

    Recensione sulla mia indecisione su cosa scrivere

    Cosa è il blocco dello scrittore? Il blocco dello scrittore è quella cosa che avviene quando chi scrive non sa che cosa scrivere e allora, pur di accontentare quella parte di se stesso che gli chiede di esprimere qualche concetto, egli si sforza di appiccicare delle parole casuali in una frase che non ha capo […]

    Leggimi

  • Dove sei finito mio piccolo principe?

    Dove sei finito mio piccolo principe?

    «Sai… il mio fiore… ne sono responsabile! Ed è talmente debole e talmente ingenuo. Ha quattro spine da niente per proteggersi dal mondo…» Tanti anni a domandarmi se la pecora avesse mangiato il fiore, tanti anni a domandarmi se il piccolo principe fosse tornato a casa, tanti anni a sentirmi deridere dagli amici perché ho […]

    Leggimi

  • Facciamo che ci credo?

    Facciamo che ci credo?

    Diciamolo senza tanti giri di parole: gli esseri umani sono creature strane, ambigue, folli, paradossali. Per certi versi giudico noi stessi quasi ipnotici, nel bene e nel male; ci sono aspetti che ci rendono unici in ogni ambito del semplice vivere quotidiano. Siamo in grado di creare meraviglie tanto quanto distruggerle. Abbiamo percorso secoli su […]

    Leggimi